Biografia | Discografia | Live & News | Multimedia | Link | Contatti

 

  

 
  << Back | Live&News
 
Preludio ad una nuova alba su PianetaRock

La recensione del disco di Marcello Capra
 
 

Siamo lieti di segnalare la recensione di Preludio ad una nuova alba il disco di Marcello Capra su PianetaRock con Voto: 8 / 10

Grazie a Cristiano Ghidotti.

http://www.pianetarock.it/album_scheda.asp?id=76

Ci sono alcuni dischi che assumono un senso solo nel momento in cui tutti gli strumenti e le voci presenti si fondono in un amalgama bilanciato ed equilibrato, quasi a voler sottolineare che a volte l'insieme può davvero essere più della somma delle sue parti. Ci sono poi altre produzioni che invece non necessitano di suoni radicalmente differenti tra loro, ma che sanno esprimere ricchezza e profondità attraverso le mille sfaccettature che un artista sa far traspirare dal proprio strumento.

Rientra senza alcun dubbio in quest'ultima categoria l'ultimo lavoro di Marcello Capra, chitarrista e compositore torinese la cui discografia affonda le radici addirittura all'inizio degli anni '70, quando nemmeno 20enne pubblicò il primo album con la band progressive Procession, per tornare oggi a lavorare con un altro grande dell'epoca, Beppe Crovella, prima colonna portante degli Arti & Mestieri e ora impegnato con l'etichetta Electromantic Music.

I 15 brani presenti nella tracklist di "Preludio ad una nuova alba" accompagnano l'ascoltatore in un viaggio ricco di colori e passione, scandendo ogni fermata con un differente approccio musicale, impalpabili tonalità cromatiche sprigionate da arpeggi e accordi, pregni di tecnicismi attraverso i quali fa mostra di sé l'assoluta padronanza del flatpicking. Protagonista assoluta una Ovation Legend acustica, tranne che nelle conclusive "Tracce mediterranee" e "Aura", dove fa il suo ingresso il suono caldo e avvolgente di una Gibson Les Paul Deluxe (e nell'ultimo caso anche la voce di Laura Ennas).

Dal ritmo incalzante delle iniziali "Preludio" e "Danza verde" (che in alcuni passaggi richiama alla mente lo stile di virtuosi come Tommy Emmanuel) si passa alla più riflessiva "Omaggio a Lulù", uno dei momenti più intensi e ispirati dell'intero disco. E poi via ancora, senza fermarsi, così come le dita di Capra corrono veloci su corde e tastiera.

Si sta ascoltando il frutto di un lavoro complesso, portato avanti da un chitarrista (o "chitarrautore" come lui stesso preferisce definirsi) fuori dagli schemi per gli standard odierni. "Preludio ad una nuova alba" è il risultato di un processo creativo colmo d'ispirazione, quell'imprevedibile musa che solo pochi eletti sanno cogliere, trasformandola e plasmandola con la propria arte in qualcosa di concreto, di tangibile, ma al tempo stesso magico ed emozionale. Una musa che attraverso un solo strumento può arrivare a raccontare di terre lontane, paesaggi conosciuti, volti sfuocati, voci, colori, immagini e suoni.


 
 
  << Back | Live&News
 


 

 

 
 

2009 Marcello Capra | Home |